Kategorien
Krypto

Grave avvertimento di ‚washout‘ delle criptovalute con un crollo improvviso e massiccio di 300 miliardi di dollari di prezzi: Bitcoin, Ethereum, XRP di Ripple e Cardano

Bitcoin e il più ampio mercato delle criptovalute, tra cui ethereum, XRP di Ripple e cardano, sono stati colpiti da un improvviso flash crash domenica mattina presto, facendo crollare i prezzi (anche se la criptovaluta „preferita“ di Elon Musk, il dogecoin, sta rimanendo stabile).

Il prezzo del bitcoin al ribasso verso i 60.000 dollari

Il prezzo del bitcoin, che era stato questa settimana su una tendenza al ribasso verso i 60.000 dollari per bitcoin, è sceso più del 10% a poco più di 50.000 dollari. Il prezzo del bitcoin è da allora un po‘ rimbalzato per scambiare intorno ai 55.000 dollari, ma rimane una certa distanza dai suoi recenti massimi di quasi 65.000 dollari.

Prima del flash crash delle criptovalute, che ha cancellato 300 miliardi di dollari dal mercato combinato di bitcoin, ethereum, XRP, cardano e dal più ampio mercato delle criptovalute da 2.000 miliardi di dollari, il toro del bitcoin e CEO di Galaxy Digital Mike Novogratz ha avvertito di un „washout“ in arrivo.

„Nella prossima settimana, certamente potremmo avere un po‘ di volatilità a causa dell’eccitazione intorno a Coinbase“, ha detto Novogratz a MarketWatch questa settimana, indicando il tanto pubblicizzato debutto sul Nasdaq NDAQ +0,1% di bitcoin e crypto exchange Coinbase mercoledì.

Il prezzo del bitcoin è salito a quasi 65.000 dollari per bitcoin questa settimana, con un aumento di circa l’800% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, prima di crollare di nuovo domenica mattina presto. La causa precisa del crollo del prezzo del bitcoin e delle criptovalute non è stata immediatamente chiara, tuttavia, alcuni hanno indicato le interruzioni di corrente in Cina che bussano a coloro che mantengono la rete bitcoin, noti come minatori, offline e rapporti non confermati di un giro di vite normativo su bitcoin e criptovalute.

La tanto attesa quotazione di Coinbase ha anche inviato il prezzo delle principali criptovalute ethereum, XRP di Ripple, binance coin e cardano in forte rialzo, con dogecoin, una criptovaluta basata su meme creata come „scherzo“, che ha aggiunto un impressionante 400%.

„Ho visto un sacco di monete strane come dogecoin e anche XRP avere enormi picchi al dettaglio, il che significa che c’è molta frenesia in questo momento“, ha detto Novogratz. „Questo non finisce mai bene, e quindi probabilmente avremo un washout ad un certo punto“.

Della corsa al toro delle criptovalute del 2021

Dogecoin, un memecoin che ha visto il suo valore salire vertiginosamente mentre i commercianti al dettaglio spronati dall’amministratore delegato di Tesla TSLA +0,1% Elon Musk si accumulano nella criptovaluta, è salito di circa il 3.000% da ottobre.

Nel frattempo, XRP, una criptovaluta controllata dalla società Ripple, è salita del 500% negli ultimi sei mesi, nonostante una causa in corso da parte della U.S. Securities and Exchange Commission (SEC) che accusa la società e i suoi dirigenti di aver ingannato gli investitori.

Il prezzo del bitcoin, ancora su quasi il doppio di dove ha iniziato l’anno, è salito mentre i tanto attesi investitori istituzionali finalmente si scaldano al bitcoin e il bitcoin rafforza la sua reputazione come riserva di valore a causa della Tesla di Musk che dà al bitcoin il suo sostegno a sorpresa.

Ethereum, Cardano e criptovalute simili sono aumentate l’anno scorso in vista della corsa al toro delle criptovalute del 2021, grazie al crescente interesse per la finanza decentralizzata (DeFi). Il prezzo di ethereum è salito a nuovi massimi storici nelle ultime settimane mentre la corsa al toro ha accelerato, aggiungendo oltre il 1.000% negli ultimi 12 mesi.

L’IPO di questa settimana di Coinbase con sede a San Francisco, uno dei più grandi scambi di bitcoin e criptovalute del mondo, è stato chiamato il „momento Netscape“ della crittografia, con alcuni osservatori del mercato bitcoin che prevedono che l’IPO annuncerà l’inizio di un „boom della blockchain“, simile all’esplosione delle società internet alla fine degli anni ’90.